Published on Febbraio 7th, 2017 | by Staff

0

Olio di Rosa mosqueta: un rimedio naturale contro le cicatrici

Quando parliamo di inestetismi della pelle, nulla risulta più fastidioso e imbarazzante delle cicatrici: che si tratti dei buchi lasciati dall’acne, delle cicatrici rimediate in seguito alla varicella o di quelle procurate da brutti tagli o interventi chirurgici, non c’è davvero un solo aspetto di esse che non ci urti alla sola vista allo specchio. Soprattutto quando si avvicina l’estate, e siamo costretti a sfoggiarle in pubblico nostro malgrado. Eppure la natura ci mette a disposizione un rimedio naturale contro le cicatrici davvero efficace: l’olio di Rosa mosqueta, un potente rigenerante cellulare che interviene direttamente sul tessuto favorendo la veloce ricostituzione della cute danneggiata.

Quando utilizzare l’olio di Rosa mosqueta sulle cicatrici

L’olio di Rosa mosqueta può essere utilizzato su qualsiasi tipologia di cicatrice, anche su quelle rimediate in seguito ad interventi chirurgici piuttosto invasivi. Ovviamente, la prima cosa da sottolineare è che l’olio vegetale non può e non deve essere utilizzato sul tessuto vivo, su ferite o su cicatrici che recano ancora i punti. L’olio di Rosa mosqueta, infatti, può essere applicato esclusivamente sul tessuto oramai completamente cicatrizzato, dunque sui classici segmenti scuri che indicano la presenza delle cicatrici. La sua azione riparatrice è piuttosto veloce, e già dopo 3 o 4 mesi è possibile assistere alla scomparsa delle cicatrici più leggere, come ad esempio quelle lasciate dall’acne o dalla varicella. Per quanto riguarda le cicatrici dovute agli interventi chirurgici, molto dipende dalla loro dimensione e dalla loro età: le più vecchie sono difficili da cancellare, ma è comunque possibile schiarirle e renderle decisamente più sopportabili alla vista. Infine, sottolineiamo che l’olio è efficace anche sui segni lasciati da incidenti e ustioni, e sulle piaghe da decubito.

Come utilizzare l’olio di Rosa mosqueta sulle cicatrici

Basta semplicemente versare qualche goccia di olio di Rosa mosqueta sulle dita, e massaggiare con un movimento circolare la zona in cui risiede la cicatrice, fino al completo assorbimento. Unica regola: la ferita non deve mai essere fresca, e la pelle deve sempre rimanere asciutta durante il trattamento, che dovrete ripetere per due volte al giorno. Come in tutti i processi di guarigione legati ai prodotti naturali, serve costanza e pazienza: vedrete che proseguendo il trattamento a base di olio di Rosa mosqueta per molte settimane, alla fine i risultati arriveranno.

Tutto merito del retinolo

L’olio di Rosa mosqueta si rivela davvero miracoloso sulle ferite e sulle cicatrici più recenti, ma può faticare un po’ su quelle antiche, e se il soggetto è avanti con l’età. Il retinolo, ovvero la sostanza contenuta dall’olio vegetale che va ad agire sulla riparazione cellulare, è forte ma non fa miracoli: in ogni caso, sarà sempre in grado di migliorare la situazione dei segni, schiarendo anche le cicatrici più brutte.


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑